rosso e malcavato rosso e malcavato
produzione teatrale diversita
Siamo stati ospiti nei seguenti teatri:

Castello Svevo Sannicandro di Bari

Cineteatro Sidion Gravina

Modugno

Andria

Castello Svevo Sannicandro di Bari

Teatro Casa delle Arti - Conversano

Teatro Comunale Lucera

Teatro Angioino - Mola di Bari

Teatro Saltimbanco Santeramo in Colle

Teatro Sociale Fasano

Castello Svevo Sannicandro di Bari

Teatro Showville Bari

Teatro Rossini - Gioia del colle

Teatro Saltimbanco - Santeramo in colle

Teatro Sala Margherita - Putignano





 
Uomini di carta

tratto e ispirato da: "Il Piccolo Principe" di Antoine de Saint-Exupery
con Raffaele Braia e Franco Ferrante
regia: Franco Ferrante e Raffaele Braia
drammaturgia: Michele Bia
scenografia: Luca Corriero

disegno luci: Roberto Colabufo
costumi: Mariacristina Mangiulli
musica: Giovanni Allevi e Manos Adjdakis
Produzione: Skn Produzioni Teatrali e TeatroScalo

Il Piccolo principe esiste davvero, o solo un miraggio?
L'aviatore riuscir a ritrovare la rotta della sua vita?

Le Petit Prince l'opera pi conosciuta di Antoine de Saint-Exupry. Pubblicato il 6 aprile 1943 da Reynald & Hitchcock in inglese, e qualche giorno dopo in francese, un racconto molto poetico che, nella forma di un'opera letteraria per ragazzi, affronta temi come il senso della vita e il significato dell'amore e dell'amicizia.
fra le opere letterarie pi celebri del XX secolo e tra le pi vendute della storia: stato tradotto in pi di 220 lingue e dialetti e stampato in oltre 134 milioni di copie in tutto il mondo. In un certo senso, costituisce una sorta di educazione sentimentale.

Il racconto dedicato al bambino che fu Lon Werth, amico dell'autore.

Liberamente ispirato a "Il piccolo principe" di A. De Saint-Exupery, "Uomini di carta" racconta la storia di un pilota di aereo che precipita nel deserto e incontra un bambino che gli fa la strana richiesta di disegnargli una pecora. Il pilota non riesce a capire se quella presenza vera o una proiezione della sua mente. Fatto sta che lui un grande bevitore di Cognac e durante l'atterraggio di fortuna ha battuto la testa, quindi niente di pi facile che si tratti di allucinazione. Dapprima scocciato da quella presenza, poi progressivamente pi accomodante, il pilota compie insieme al bambino un viaggio nella fantasia e riesce a recuperare la straordinaria capacit di vedere oltre il reale e il concreto.